16.7 C
Brescia
giovedì 1 Ottobre 2020

Still Life

still lifestil làif› locuz. ingl. (propr. «vita immobile»; pl.still lifes… làifs›), usata in ital. come s. f. – Espressione ingl. equivalente all’ital. «natura morta», e usata con lo stesso sign. nelle arti figurative in genere, ma adottata anche in Italia soprattutto con riferimento a uno dei temi più comuni della fotografia artistica (la fotografia di still life).

Da Vocabolario Treccani

Lo Still Life è un genere che ha origine nella storia antica. Esso è stato uno tra i temi più comuni della fotografia artistica di sempre, dati i lentissimi tempi richiesti dai primi mezzi fotografici (Es: Dagherrotipi).

La sua diffusione deriva dalla pittura, infatti in italiano è traducibile con “natura morta”. I soggetti principali sono vasi di fiori e composizioni di frutta.
Come in pittura, anche questa tecnica fotografica è praticata in studio.
Con il tempo, la fotografia Still Life, ha incluso una serie di altri significati, occupandosi anche di fotografia di moda e pubblicità, compresa quella di e-commerce.

Nel contesto del packaging design, invece, la fotografia svolge diverse funzioni comunicative che spaziano dal fornire informazioni, mostrando che aspetto ha il prodotto o il suo utilizzo, a funzioni molto più sofisticate, come una Brand Identity visiva.

La fotografia può comunicare con il consumatore in modi diversi, mostrando semplicemente il prodotto e fornendo semplici informazioni generali o suggerendo idee ed emozioni.
Spesso nel settore del food la fotografia serve a mostrare la genuinità, la qualità e la freschezza del prodotto.

Una fotografia Still Life può essere molto strutturata, dato che possono essere controllati più elementi della composizione, come l’illuminazione, la disposizione dei materiali o dell’oggetto stesso, la post-produzione e molti altri fattori.
L’obiettivo è creare stimoli visivi che il Target Group interpreterà a proprio modo secondo la propria esperienza emotiva.

Tecniche e consigli per un ottimo Still Life

La fotografia Still Life è in grado di valorizzare ogni aspetto del soggetto, al fine di trasformare lo scatto fotografico in un vero e proprio mezzo comunicativo, in grado di attirare l’attenzione dello spettatore/possibile acquirente.

Per ottenere un ottimo Still Life bisogna, quindi, saper controllare ogni dettaglio del set fotografico.
Qui di seguito vi indicherò le principali mansioni da svolgere per avere una corretta pre-produzione e le attrezzature che personalmente vi consiglio per ottenere un buon lavoro.
Seguendo con attenzione questi piccoli accorgimenti, riuscirete ad ottenere facilmente una fotografia di Still Life.

Oggi giorno le fotografie Still Life vengono scattate in studio con luci artificiali, soprattutto per la vendita online o per riviste e cataloghi di architettura e/o interior design.

Ogni immagine necessita di un’attenta pianificazione dell’illuminazione.
Spesso per la realizzazione di queste fotografie vengono utilizzate luci fluorescenti, tungsteno oppure flash.
Esse non dovranno mai essere dirette sul soggetto, ma dovranno essere dotate di diffusori in carta frost, oppure di soft box, in modo tale da ammorbidire la luce sul prodotto.

Consiglio di utilizzare luce flash, perché permette di ottenere un’illuminazione omogenea, al fine di far apparire il prodotto senza difetti e nel modo più perfetto possibile.
La giusta misurazione della quantità di luce è fondamentale per ottenere un’esposizione adeguata e per bilanciare in maniera corretta la temperatura colore utilizzata.
Quest’ultima viene misurata in gradi Kelvin (°K).
Per rendere più facile il calcolo dell’esposizione ed il bilanciamento del bianco è corretto utilizzare il Color Checker ed un esposimetro.

Parliamo in seguito dell’importante scelta da prendere per acquistare il tipo di fondale su cui appoggiare gli oggetti.
Il fondale bianco è adatto a tutte le tipologie di prodotto, perchè in grado di facilitare la leggibilità del soggetto e rendere agevole il lavoro di post-produzione su appositi software, come Adobe Photoshop, Adobe Lightroom o Adobe Camera Raw.

Molti fotografi, per ottenere questi scatti, utilizzano il tavolo da Still Life Manfrotto.
Munito di una copertura traslucida in perspex e di ruote, il tavolo da Still Life ti permetterà di ottenere un’illuminazione perfetta e un’ottimo scatto fotografico.

[aawp box=”B0043WHLGC”][/aawp]

La risoluzione dell’immagine del prodotto dovrà essere di altissima qualità e presentare tutte le caratteristiche tecniche per la sua pubblicazione online e/o stampa.
Deve quindi essere prestabilito nella pre-produzione il fine che la fotografia dovrà avere per ottenere una gestione del colore fedele.
Prima di tutto è necessario impostare la macchina fotografica nella maniera corretta, stabilendo lo spazio colore, il profilo colore, il bilanciamento del bianco, il formato e il giusto rapporto tra tempo e diaframma.
In caso di post-produzione è richiesto dal software indicare le coordinate indicate precedentemente e il metodo colore.

Consiglio personalmente di utilizzare una macchina fotografica Full Frame, in modo tale da avere una risoluzione migliore, come per esempio le seguenti:

  • Canon EOS 5D Mark IV
  • Canon EOS 6D
  • Nikon D750
  • Nikon D810
  • Sony Alpha 99 II

[aawp box=”B01L8U5924″][/aawp]

[aawp box=”B009C6WYTS”][/aawp]

Che obiettivo utilizzare?

La scelta dell’obiettivo è di fondamentale importanza!
Esistono differenti ottiche, le quali spaziano da obiettivi standard, ottiche fisse, teleobiettivi e grandangolari. Determiniamo così, anche la profondità di campo e le inquadrature.

Le ottiche più utilizzate per questo stile fotografico sono: obiettivo standard, ottica fissa oppure teleobiettivo.
Personalmente vi consiglio un’ottica fissa, oppure un obiettivo standard.
La scelta deve essere effettuata in base al taglio fotografico e alla tipologia di prodotto che verrà presentato.

Si può notare che con l’obiettivo standard si potrà effettuare lo scatto fotografico stando vicino al soggetto. Nelle macchine fotografiche Full Frame corrisponde ai 50 mm.

Questa tipologia di ottica fissa viene denominata macro, proprio perchè conferisce al soggetto di piccole dimensioni una dimensione più grande e nitida.
Questo obiettivo permette di catturare i dettagli dello Still Life e necessita di stare molto vicini al soggetto durante lo scatto fotografico.

Il teleobiettivo permette di stare lontano dal soggetto, in modo tale da non intralciare la scena. Nelle macchine fotografiche Full Frame corrisponde ad un valore superiore dell’obiettivo standard (+50 mm).

L’obiettivo grandangolare permette di effettuare delle panoramiche.
Nelle macchine fotografiche Full Frame corrisponde ad un valore inferiore dell’obiettivo standard (-50 mm).

Alcuni consigli

Per effettuare delle fotografie Still Life, è necessario lavorare in priorità di diaframma. Questo sta a significare che potrai utilizzare un tempo molto lungo, ma con l’utilizzo di un cavalletto.

La fotografia di Still Life deve essere perfettamente a fuoco, al fine di riuscire a presentare il prodotto al suo potenziale cliente nella maniera più efficace possibile, rispondendo alle esigenze comunicative del Target Group (esperienza d’acquisto online e offline).

Ti consiglio di leggere anche questo articolo per capire di più come questa tecnica è stata utilizzata nel tempo: Robert Mapplethorpe, uno tra i fotografi più importanti della fotografia Still Life e non solo.

Sei alla ricerca di un Fotografo Still Life in Zona Brescia per il tuo e-commerce? Puoi contattare Andrea Baronio.

Per qualsiasi dubbio, chiarimento oppure se l’articolo ti è piaciuto non esitare a commentare qui sotto.

Ti invito a seguire le mie pagine social (sempre che tu non l’abbia già fatto). Claude Monet: l'impressione di un attimo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli

“Cinque minuti sospesi” a cura di Emanuela Caso

"Cinque minuti sospesi, è la rappresentazione figurativa di una lunga ricerca legata all’identità dell’uomo. Il tragitto che risale al primitivismo e temi...

Il Manifesto: dalle origini fino ai giorni nostri

La nascita del manifesto pubblicitario, generato come pannello asportabile destinato alla promozione di un prodotto, di una marca o di un evento, risale alla...

La Grafica negli anni delle Guerre

Nei primi anni del Novecento, i pubblicitari sono fortemente influenzati dagli studi condotti dagli psicologi sulla psiche umana. Ne sono un esempio i manifesti realizzati...

Saul Bass: tra Design e Cinema

Biografia Nato a NY nel quartiere del Bronx, nel 1920, Saul Bass era figlio di un pellicciaio ebreo emigrato. Iniziò come autodidatta ad entrare in confidenza...