20.3 C
Brescia
venerdì 25 Settembre 2020
Home Storia della fotografia Robert Mapplethorpe: la figura femminile e l'erotismo

Robert Mapplethorpe: la figura femminile e l’erotismo

Robert Mapplethorpe nasce nel 1946 in Floral Park, Queens.
Inizialmente voleva diventare un musicista, ma decide poi di seguire il mondo della pittura e della scultura, studiando al Pratt Institute di Brooklyn.

Nel 1968 conosce la cantante Patti smith con la quale si trasferisce nel Chelsea Hotel di Manhattan.

[aawp box=”8857223213″][/aawp]

Influenzato dall’amico John McEndry, Mapplethorpe inizia ad interessarsi all’arte del collezionare vecchie fotografie.

Mapplethorpe muore nel 1989 di AIDS e HIV.

blank
 Robert Mapplethorpe Self Portrait, 1980

Di cosa tratta la fotografia di Mapplethorpe?

Inizialmente crea montaggi con materiale fotografico di repertorio fino a quando, nel 1972, inizia a fotografare con la Polaroid.

Mapplethorpe tratta tematiche quali nature morte, ritratti e nudi e i temi classici come i fiori, fotografati in composizioni rigide e con un livello di precisione fotografica straordinaria.

blank
Robert Mapplethorpe Flower arrangement, 1986

Robert Mapplethorpe suscita scandalo e scalpore soprattutto per le foto di nudi, dove emergono le tematiche principali di erotismo e omosessualità.
La libertà con la quale affronta il sesso maschile e il fatto che, allo stesso tempo, egli non si preoccupa di nascondere la propria omosessualità.

Questo lo porta anche al sequestro delle sue fotografie in occasione di una mostra.

Robert Mapplethorpe Derrick Cross, 1983

blank
Robert Mapplethorpe Dennis, 1978

Le opere di Mapplethorpe sono quasi tutte in bianco e nero, in pochissime fotografie appaiono i colori. Le pose che egli studia e fa praticare ai suoi soggetti e modelli sono molto scultoree.

All’interno delle opere di questo fotografo è possibile notare che utilizza soprattutto modelli neri, proprio perché la loro pelle, a contatto con la luce, crea una forte plasticità.

Nelle fotografie sottostanti, oltre all’effetto plastico creato dalla luce, si nota un forte contrasto tra bianco e nero.

Robert Mapplethorpe The Sluggard, 1988

Robert Mapplethorpe Ken Moody and Robert Sherman, 1984

La figura femminile

Robert Mapplethorpe, dallo scandalo suscitato per i suoi nudi e dalla libertà utilizzata per esprimere la figura maschile in modo scultorio, ha modo di fotografare anche la figura femminile.

Le donne fotografate sono relativamente poche in confronto agli uomini. Nelle sue opere possiamo trovare figure femminili come Lydia Cheng, Patti Smith e Lisa Lyon.

blank
Robert Mapplethorpe Lydia Cheng, 1987

La tematica ricorrente, anche per la figura femminile, è l’erotismo.
Spesso Mapplethorpe decide di ritrarre la donna anche in pose maschili, facendo emergere, quindi, la mascolinità.

In uno dei suoi autoritratti, il fotografo, si traveste da donna esaltando appunto la sua omosessualità.

Robert Mapplethorpe Autoritratto al femminile, 1980

Per saperne di più su questo importante fotografo puoi consultare questo libro. “Robert Mapplethorpe. La ninfa Fotografia”.

[aawp box=”8857223213″][/aawp]

Per qualsiasi dubbio o chiarimento commenta l’articolo e sarò felice di risponderti nel più breve tempo possibile.

Ti invito a seguire le mie pagine social (sempre che tu non l’abbia già fatto). Dadaismo e fotografia: la tecnica e le Avanguardie

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli

“Cinque minuti sospesi” a cura di Emanuela Caso

"Cinque minuti sospesi, è la rappresentazione figurativa di una lunga ricerca legata all’identità dell’uomo. Il tragitto che risale al primitivismo e temi...

Il Manifesto: dalle origini fino ai giorni nostri

La nascita del manifesto pubblicitario, generato come pannello asportabile destinato alla promozione di un prodotto, di una marca o di un evento, risale alla...

La Grafica negli anni delle Guerre

Nei primi anni del Novecento, i pubblicitari sono fortemente influenzati dagli studi condotti dagli psicologi sulla psiche umana. Ne sono un esempio i manifesti realizzati...

Saul Bass: tra Design e Cinema

Biografia Nato a NY nel quartiere del Bronx, nel 1920, Saul Bass era figlio di un pellicciaio ebreo emigrato. Iniziò come autodidatta ad entrare in confidenza...