2.1 C
Brescia
venerdì 4 Dicembre 2020
Home Storia della fotografia L'agenzia Magnum Photos

L’agenzia Magnum Photos

“Magnum è una comunità di pensiero, una qualità umana condivisa, una curiosità su ciò che sta succedendo nel mondo, un rispetto per ciò che sta succedendo e il desiderio di trascriverlo visivamente”.

(Cit. Henri Cartier-Bresson)

Nel 1947, dopo le conseguenze della seconda Guerra mondiale, quattro pionieri fotografi fondarono un’alleanza, combinando una straordinaria gamma di stili individuali in un’unica potente collaborazione.
Si tratta di Henri Cartier-Bresson, George Rodger, Robert Capa e David Seymour.
Essi hanno iniziato la più importante cooperativa di artisti mai creata: l’agenzia Magnum Photos.
Magnum Photos rappresenta alcuni dei fotografi più famosi al mondo, mantenendo i suoi ideali fondanti caratterizzati da un mix di narrazione, arte e giornalismo.
I fotografi condividono una visione di cronaca degli eventi, delle persone, dei luoghi e della cultura del mondo con una narrativa potente che sfida le convenzioni e ridefinisce la storia.

Magnum ha documentato la maggior parte degli eventi e delle personalità più importanti del mondo dagli anni ’30.
Le tematiche principali coprono la società e le persone, i luoghi di interesse, la politica, l’industria, gli eventi di cronaca, disastri e conflitti.
L’agenzia resta sempre fedele ai suoi valori originali di eccellenza senza compromessi, verità, rispetto e indipendenza.

L’iscrizione alla Magnum è un processo minimo di quattro anni ed è considerato il miglior riconoscimento per la carriera di un fotografo.
Per quasi 70 anni Magnum Photos ha fornito contenuti fotografici di altissima qualità a una clientela internazionale di enti di beneficenza, editori, marchi e istituzioni culturali.
Essa raggiunse un pubblico globale, affermandosi come marchio fotografico autentico e narrativo.
In breve, quando pensi ad un’immagine iconica, ma non riesci a scoprire chi l’ha creata o dove può essere stata trovata, probabilmente proviene da questa agenzia.

I fotografi Magnum raccontano sessant’anni di storia: dallo sbarco in Normandia al ’68 parigino, dalla guerra in Cecenia ai ritratti di Che Guevara, Malcolm X e delle grandi dive di Hollywood, fino alle immagini ormai impresse nella nostra memoria.

“Un foglio di provini è un pò come il taccuino di uno psicoanalista. Quasi come un sismografo che registra il momento. Tutto rimane scritto – tutto ciò che ci ha sorpreso, quel che abbiamo catturato in volo, quel che ci siamo persi, quel che è scomparso o un evento che si sviluppa fino a diventare un’immagine che è puro giubilo. […]
Estrarre una buona fotografia da un foglio di provini è come scendere in cantina e prendere una buona bottiglia da condividere.”

(Cit. Henri Cartier-Bresson)

Attraverso il lavoro dei fotografi Magnum possiamo osservare la storia di un metodo di lavoro fondamentale: l’utilizzo del foglio di provini a contatto come prova e strumento per la selezione della foto migliore; comprendendo il processo creativo, le strategie e i criteri di scelta che determinano come nasce una foto “buona”, destinata a diventare un’icona della fotografia.

I fogli dei provini a contatto e le loro immagini, rappresentano un documento unico per capire come i fotografi hanno visto il mondo per quasi un secolo, rivivendo vicende cruciali, testimoniando il successo di una determinata immagine, la sua prima pubblicazione, i drammi e le vicende umane che nascondono.

La biblioteca di Magnum Photos è un archivio che viene aggiornato regolarmente con nuovi lavori provenienti da tutto il mondo.

Per qualsiasi dubbio o chiarimento commenta l’articolo e sarò felice di risponderti nel più breve tempo possibile.

Ti invito a seguire le mie pagine social (sempre che tu non l’abbia già fatto). Robert Capa: il reportage e l'agenzia Magnum

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli

Che cosa è il Visual Design?

Nell'epoca storica in cui stiamo vivendo, caratterizzata dal web e dal digitale, si sente spesso parlare di design e, nello specifico, di visual design:...

“Cinque minuti sospesi” a cura di Emanuela Caso

"Cinque minuti sospesi, è la rappresentazione figurativa di una lunga ricerca legata all’identità dell’uomo. Il tragitto che risale al primitivismo e temi ancestrali dell’uomo,...

Il Manifesto: dalle origini fino ai giorni nostri

La nascita del manifesto pubblicitario, generato come pannello asportabile destinato alla promozione di un prodotto, di una marca o di un evento, risale alla...

La Grafica negli anni delle Guerre

Nei primi anni del Novecento, i pubblicitari sono fortemente influenzati dagli studi condotti dagli psicologi sulla psiche umana. Ne sono un esempio i manifesti realizzati...