Helmut Newton, oriundo tedesco con passaporto australiano e residenza a Monte Carlo nel Principato di Monaco, coltivava con piacere questa sua immagine.

Egli nacque a Berlino nel 1920. Inizia la sua esperienza come paparazzo, avvicinandosi poi sempre più all’arte.

Molte sue fotografie sono state realizzate in suite di albergo, contribuendo a far parte di questo suo atteggiamento.

Newton studia con la fotografa berlinese Yva, famosa per le sue fotografie di moda, per i ritratti e per i nudi.

Egli trascorre diversi anni in Australia e a Singapore, vivendo e lavorando a Parigi per 25 anni.

Questo grande fotografo, inoltre, fonda la Newton Fondation a Berlino.

Helmut Newton
Helmut Newton Autoritratto con moglie e modella, 1981

Tecnica e contesto: la figura femminile

Newton lavora per l’edizione francese, inglese, americana e italiana di “Vogue”, ma anche per “Elle”, “Marie Claire”, “Jardin des Modes”.

Importanti servizi fotografici, inoltre, per “Stern” e “Life”.

Con la morte di Helmut Newton è scomparso uno dei più grandi fotografi contemporanei capaci di concentrare l’attenzione del mondo dell’arte, diviso tra chi lo ammira e chi no, in figura di moda oppure in una figura antifemminista.

Helmut Newton
Helmut Newton Jenny Capitan nella pensione Florian, Berlino 1977

Newton ha creato un nuovo stile della fotografia di moda, di cosmetici e di nudo, generando tanto successo perché rivela una profonda sensibilità per i segni del tempo.

La fusione tra l’autorappresentazione offensiva, la sottomissione volontaria un lato e dall’altro la predilezione per le donne alte dall’ossatura sfaccettata e molto determinate, coglie il dilemma in cui le donne si dibattono e il movimento femminista.

Le fotografie di Newton mostrano la figura femminile in modo diverso, trasmettendo erotismo, sensualità, sessualità e soprattutto provocazione.

Helmut Newton
Helmut Newton Eccole!, 1981

La donna in carriera, rappresentata da Newton, è il soggetto dei suoi scatti fotografici.

Egli privilegia location molto costose e realizza fotografie molto semplici in bianco e nero.

Newton, quindi, documenta la trasformazione della donna con una forte provocazione.

Helmut Newton
Helmut Newton Roselyne, agosto 1975

Il problema era influire sulla società con il proprio ruolo di donna tradizionale oppure vivere il difficile processo di ricerca di una nuova identità.

Newton, mostra le sfaccettature più disperate delle tipologie di donna che si sono sviluppati in questo periodo.

Descrive le donne mascoline e quelle che non hanno ancora trovato un’identità nel nuovo ruolo femminile.

Pratica questa sua tecnica con voluttà e non con spirito critico, attirando le critiche pungenti del movimento femminista.

Helmut Newton
Helmut Newton Violetta des Bains, 1979

Per saperne di più su Helmut Newton puoi consultare questa libro.

Per qualsiasi dubbio o chiarimento commenta l’articolo e sarò felice di risponderti nel più breve tempo possibile.

Se l’articolo ti è piaciuto, ti invito a seguire le mie pagine social ed a cliccare sul +1 (sempre che tu non l’abbia già fatto). 😊