4.4 C
Brescia
domenica 8 20 Dicembre19

I formati a video (monitor)

Home Basi della fotografia I formati a video (monitor)

Il monitor del computer o del televisore può visualizzare un numero limitato di pixel per volta e la presenza di elementi come menu e barre di scorrimento riduce ulteriormente lo spazio disponibile.

Per ottimizzare un progetto a video bisogna tenere conto delle caratteristiche dello schermo utilizzato dal target di riferimento.

Le dimensioni dei monitor più diffuse

I formati a video (monitor)

Nello schema sono presenti due risoluzioni molto comuni, utilizzate generalmente nei siti web.

Si può notare che l’assenza della barra laterale di scorrimento rende disponibili pixel supplementari, i quali possono essere utilizzati per elementi progettuali o funzionali.

La decisione dell’inserimento della barra laterale di scorrimento deve essere di tipo progettuale, dato che essa influenzerà la pagina e, cioè, lo spazio visibile utilizzato nel layout.

Layout liquido

Il liquid layout o layout liquido è un metodo versatile di progettazione di pagine web e media digitali, con cui si possono creare pagine che si adattano alla dimensione di qualsiasi schermo.

L’utente, quindi, non ha la necessità di modificare le preferenze di visualizzazione.

Molti designer preferiscono i layout liquidi basati su larghezze percentuali, le quali si espandono e si contraggono in base ai setting dei broswser utente anziché secondo proporzioni fisse.

Pagina fissa o scrolling?

Qualunque broswser riesce a visualizzare contenuti compatibili con una finestra molto piccola, senza la necessità di barre di scorrimento.

Nel caso in cui fossero presenti più informazioni, il contenuto prosegue oltre lo spazio visibile sullo schermo e la “linea di piega” elettronica determina il posizionamento di informazioni cruciali.

Il contenuto scorre a partire dall’angolo in alto a sinistra, poiché si tende a iniziare a leggere da questo punto predefinito.

In qualsiasi tipologia di sito web a pagina fissa, la semplicità dei contenuti non richiede quasi mai la necessità dello scorrimento della pagina.

Quando è presente la “linea di piega” è possibile notare che le informazioni di fondamentale importanza si trovano al di sopra di essa, mentre quelle secondarie si troveranno al di sotto.

I formati a video (monitor)

Lo scrolling della pagina incontra sempre una “linea di piega” elettronica nel punto in cui il contenuto scompare dalla vista al piede dello schermo.

I contenuti principali, quindi, devono essere posizionati al di sopra di questa linea, perché si tende a leggere la metà superiore della pagina, spesso senza nemmeno farla scorrere verso il basso.

Nella progettazione di un progetto efficace è importante essere consapevoli della presenza della “piega”.

Consiglio personalmente di inserire elementi visivi che attraggano l’attenzione dell’utente che sta leggendo ed esplorando i contenuti.

Immagini, testate e filetti guidano lo sguardo!

La scelta del computer

Mac o PC non è l’unica scelta da fare, c’è da considerare anche se usare il mouse oppure una tavoletta grafica.

Per le applicazioni multimediali, il Mac è la scelta di riferimento da anni, ma in quest’ultimo periodo anche i computer Windows sono molto buoni.

Entrambi hanno un sistema operativo a 64 bit per il multitasking (Windows 7 o OS X) e un’ampia gamma di programmi compatibili.

I formati a video (monitor)

Ora ti elencherò alcuni consigli per effettuare al meglio la scelta del computer.

Evita gli schermi lucidi perché, nonostante la buona resa visiva, riflettono la luce e rendono più difficile il lavoro grafico o di fotoritocco.

Gli schermi di grandi dimensioni affaticano meno gli occhi, scegline quindi uno da 23 pollici o più.

Evitata inoltre schermi con ingresso VGA, perché spesso non riconoscono la scheda grafica, scegli quindi un monitor DVI o HDMI.

Per la scelta di un buon computer ti servirà un processore veloce e una scheda grafica potente per lavorare con gli attuali formati video, come l’AVCHD e il codec H264.

Sarà molto importante, inoltre, avere hard disk capienti e veloci per immagazzinare qualsiasi tipologia di file.

Per qualsiasi dubbio, chiarimento oppure se l’articolo ti è piaciuto non esitare a commentare qui sotto.

Ti invito a seguire le mie pagine social (sempre che tu non l’abbia già fatto). I formati a video (monitor)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

I formati a video (monitor)

Ultimi Articoli

Georges Braque: il Cubismo e i papiers collés

Georges Braque nasce il 13 maggio 1882 ad Argenteuil, in Francia. Nel 1900, dopo aver frequentato senza molto successo gli studi liceali a Le Havre,...

L’agenzia Magnum Photos

"Magnum è una comunità di pensiero, una qualità umana condivisa, una curiosità su ciò che sta succedendo nel mondo, un rispetto per ciò che...

Helmut Newton: il nuovo ruolo femminile

Helmut Newton, oriundo tedesco con passaporto australiano e residenza a Monte Carlo nel Principato di Monaco, coltivava con piacere questa sua immagine. Egli nacque a...

Claude Monet: l’impressione di un attimo

Oscar-Claude Monet è riconosciuto come il più “impressionista” tra gli impressionisti e principale ispiratore della loro prima esposizione nello studio di Nadar. Fin da giovanissimo...