20.4 C
Brescia
giovedì 1 Ottobre 2020
Home Storia della fotografia Walker Evans: incontro tra arte e società e la FSA

Walker Evans: incontro tra arte e società e la FSA

Alla fine degli anni Venti, Walker Evans, scopre la passione per la fotografia, nonostante volesse diventare scrittore.

Egli nasce nel 1903 a St. Louis, Missouri e dedica la sua vita a ritrarre l’architettura del suo paese e la vita dei più poveri durante la grande Depressione.

Dopo un viaggio a Parigi, Evans, fa conoscere il proprio lavoro ad Alfred Stieglitz, non ottenendo però particolari riconoscimenti.

Nel 1935 entra a far parte del gruppo di fotografi della FSA, incaricati di documentare luoghi e stili di vita del Sud degli Stati Uniti.

Nel 1938, quando da una non Evans non lavora più nella FSA, il Museum of Modern Art di New York (MoMA) rende omaggio alle sue opere con una mostra personale, la prima dedicata da questo museo ad un fotografo.

In seguito vive a New York, dove si dedica molto al reportage.

A partire dal 1943 si dedica inoltre all’attività di scrittore, lavorando per la rivista “Time”.

walker evans Allie Mae Burroughs Hale County 1936
Walker Evans Allie Mae Burroughs, Hale County, 1936

Dal 1965 è insegnate di fotografia alla Yale University.

Walker Evans muore a New Haven nel Connecticut, nel 1975.

Evans photography

Apre la sua carriera fotografica con alcune opere dedicate all’architettura vittoriana in America e un reportage sui disagi politici a Cuba nel 1933.

Le sue immagini sono composte, geometriche, statiche e comunicano il crollo di un mondo provinciale e bugiardo.

walker-evans-Part-of-the-kitchen-Home-of-sharecropper-Floyd-Burroughs-showing-washstand-in-the-dog-run-and-view-into-the-kitchen
Walker Evans Part of the kitchen. Home of sharecropper Floyd Burroughs, showing washstand in the dog run and view into the kitchen, 1936

Questa fotografia fa parte del ciclo realizzato a metà degli anni Trenta su incarico della Farm Security Administration.

La costruzione dell’immagine è molto accurata: la scena si divide in due parti, creando una sorta di quadro nel quadro. La scena comunica, infatti, una serie di informazioni anche sugli abitanti di quella stanza.

Questa fotografia è un esempio dell’equilibrio raggiunto da Evans tra documentazione e interpretazione.

Tecnica e contesto

La prima metà degli anni Trenta, negli Stati Uniti, è caratterizzata da una profonda crisi economica e sociale, denominata la grande Depressione.

Le fotografie di Evans, sin dalle sue prime opere, sono molto realistiche.

Egli è estremamente attento alla precisione dei particolari, grazie ai quali Evans viene ricordato come uno dei più dotati fotografi di reportage della sua epoca.

walker-evans-Frank-Tengle-family-Hale-County-Alabama-1936
Walker Evans Frank Tengle family, Hale County Alabama, 1936

Il fotografo americano definisce le sue immagini di “stile documentaristico” e conserva la purezza dell’arte fotografica.

Quindi, l’incontro tra arte e società caratterizza questi anni di crisi.

Farm Security Administration (FSA)

Nell’ottobre del 1935 viene assunto dalla Farm Security Administration (FSA) , un organismo federale dell’epoca dell’amministrazione di Roosvelt, che negli anni della grade Depressione realizza programmi di assistenza per piccoli agricoltori e fittavoli.

Le fotografie servono in primo luogo per far conoscere alla gente la miseria e le problematiche di chi vive nelle campagne, durante la grande Depressione.

Il lavoro svolto da Walker Evans per la FSA è di fondamentale importanza, immortalando e documentando la vita dei poveri e disoccupati in questo periodo della storia, nel Sud degli Stati Uniti.

Nella Farm Security Administration collabora con Dorothea Lange.

wlaker evans louisiana
Walker Evans Louisiana, 1936

walker-evans-4-floyd-burroughs-and-his-childrens-tengle-alabama-1936
Walker Evans 4 floyd burroughs and his children, Tengle Alabama, 1936

Se vuoi saperne di più su Walker Evans, grande fotografo contemporaneo americano e la FSA, puoi consultare questi libri:

[aawp box=”2844267653″][/aawp]

[aawp box=”1621901602″][/aawp]

Per qualsiasi dubbio, chiarimento oppure se l’articolo ti è piaciuto non esitare a commentare qui sotto.

Ti invito a seguire le mie pagine social (sempre che tu non l’abbia già fatto). ?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli

“Cinque minuti sospesi” a cura di Emanuela Caso

"Cinque minuti sospesi, è la rappresentazione figurativa di una lunga ricerca legata all’identità dell’uomo. Il tragitto che risale al primitivismo e temi...

Il Manifesto: dalle origini fino ai giorni nostri

La nascita del manifesto pubblicitario, generato come pannello asportabile destinato alla promozione di un prodotto, di una marca o di un evento, risale alla...

La Grafica negli anni delle Guerre

Nei primi anni del Novecento, i pubblicitari sono fortemente influenzati dagli studi condotti dagli psicologi sulla psiche umana. Ne sono un esempio i manifesti realizzati...

Saul Bass: tra Design e Cinema

Biografia Nato a NY nel quartiere del Bronx, nel 1920, Saul Bass era figlio di un pellicciaio ebreo emigrato. Iniziò come autodidatta ad entrare in confidenza...